• Home
  • News & Eventi
  • Blog
  • Industria 4.0: il nuovo piano 2021 di transizione 4.0 e gli investimenti per la smart factory

Industria 4.0: il nuovo piano 2021 di transizione 4.0 e gli investimenti per la smart factory

COSA PREVEDE IL NUOVO PIANO 2021 DI TRANSIZIONE 4.0 E QUALI INVESTIMENTI EFFETTUARE IN AUTOMAZIONE

Il nuovo Piano Transizione 4.0, finanziato dalla Legge di Bilancio 2021 (L. 178/2020) con circa 24 miliardi di euro, rafforza le misure precedentemente in vigore e introduce alcune importanti novità. Tra queste, le più vantaggiose prevedono tempi ridotti per usufruire dei crediti e la possibilità di recuperare gli investimenti in 3 anni invece che 5.

Cosa prevede il Nuovo Piano Transizione 4.0? Quali investimenti effettuare in quest’ottica? Cosa significa dotarsi di sistemi e impianti 4.0?

BONUS POTENZIATI E NUOVE AREE DI APPLICABILITÀ

Il Piano Nazionale Transizione 4.0 è il nuovo piano di politica industriale italiana che sostituisce il precedente Industria 4.0, poi Impresa 4.0. Il Piano Transizione 4.0 è biennale, 2021 – 2022, con consegna dei beni fino a giugno 2023 in caso di avvenuto versamento, entro il 2022, di almeno il 20% dell’importo.

Il piano prevede la misura unica del credito di imposta (tax credit) per le imprese con aliquote che variano a seconda della categoria dei beni e dell’importo della spesa da compensare.

Anticipazione e riduzione della compensazione con maggiore vantaggio fiscale nell’anno

  • È ammessa la compensazione immediata (dall’anno in corso) del credito relativo agli investimenti in beni strumentali;
  • Per tutti i crediti d’imposta sui beni strumentali materiali, la fruizione dei crediti è ridotta a 3 anni in luogo dei 5 anni previsti a legislazione vigente.

Maggiorazione dei tetti e delle aliquote (Beni materiali 4.0)

  • Per spese inferiori a 2,5 milioni di Euro: nuova aliquota al 50% nel 2021 e 40% nel 2022;
  • Per spese superiori a 2,5 milioni di Euro e fino a 10 mln: nuova aliquota al 30% nel 2021 e 20% nel 2022;
  • Per spese superiori a 10 milioni di Euro e fino a 20 milioni è stato introdotto un nuovo tetto: aliquota al 10% nel 2021 e nel 2022

Maggiorazione dei tetti e delle aliquote (Beni immateriali 4.0)

  • Incremento dal 15% al 20%;
  • Massimale da 700 mila Euro a 1 milione di Euro

MAGAZZINO AUTOMATICO, IMPIANTI DI MATERIAL HANDLING E SOFTWARE PER LA TRANSIZIONE 4.0

Rientrano negli ambiti di applicazione delle nuove misure i magazzini automatici, gli impianti automatici per la movimentazione interna delle merci e i moduli software che governano i sistemi.

Che sia per rendere più efficiente lo stoccaggio, per avviare un progetto di e-commerce, per aggiornare la digitalizzazione dei processi o per migliorare il servizio al cliente finale, è il momento opportuno per investire nella fabbrica connessa e smart.

sistemi di automazione ingegnerizzati e installati da LCS, governati da moduli software proprietari collaudati in 30 anni di esperienza, assicurano il controllo e la tracciabilità delle merci nonché una gestione lean di tutte le operazioni di fabbrica.

L’interconnessione tra macchine di produzione, magazzino automatico e gestionale ERP permette di controllare da un’unica centrale tutta la fabbrica, dall’arrivo della merce in magazzino alla spedizione.

In questo modo tutti i processi sono tracciati ed i dati storicizzati e riesaminati in maniera automatica in ottica di un miglioramento costante nelle scelte strategiche dell’azienda.

AFFIDARSI A UNA REALTÀ SPECIALIZZATA: LE SOLUZIONI CHIAVI IN MANO 4.0 DI LCS

Un’azienda specializzata come LCS, attiva da 30 anni nel campo dell’intralogistica e dell’automazione di magazzino, affianca le diverse realtà aziendali per svolgere valutazioni accurate e sviluppare la migliore soluzione da adottare.

Attenta ad ogni dettaglio progettuale, LCS lavora sempre al fianco del cliente

Dal magazzino automatico all’automazione di singoli processi, dai moduli software per monitorare e gestire tutte le operazioni di magazzino fino al service per l’intero ciclo di vita degli impianti, LCS si prende cura di ogni aspetto dell’intralogistica per dare vita a una vera Smart Factory 4.0. per ottenere la migliore soluzione, secondo le necessità analizzate e condivise.

LCS governa ogni fase dell’installazione, della messa in marcia e del collaudo, fornendo tutta la documentazione necessaria ad avviare l’inter di certificazione “Impianto 4.0”.

Contattaci per ricevere assistenza personalizzata, insieme studieremo la migliore soluzione per la tua Smart Factory: https://www.lcsgroup.it/contatti/.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google

Lascia un commento

18 − 2 =