I KPI della logistica. I parametri per valutare l’efficienza del magazzino

I KPI (Key Performance Indicators) per la gestione del magazzino sono indicatori di performance aziendali, utili per valutare l’efficienza della logistica aziendale e identificare i punti di forza e di debolezza relativi alla gestione dello stock. Esprimendo le performance misurate in forma numerica e quindi oggettiva, i KPI consentono di:

  • Programmare le attività e coordinare le risorse (personale e attrezzature) per la gestione dei flussi operativi;
  • Monitorare l’andamento della logistica, la produttività e il livello del servizio offerto, facendo anche confronti con periodi precedenti;
  • Individuare aspetti critici e opportunità strategiche di miglioramento;
  • Prendere decisioni consapevoli basate su dati oggettivi.

In questo articolo vediamo quali sono i KPI principali per la logistica e perché tenerli monitorati rende la gestione del magazzino sempre più efficiente.

Logistica magazzino

I KPI fondamentali per progettare le soluzioni su misura di LCS Group

Tenere come riferimento i KPI è fondamentale per migliorare la produttività e aumentare la qualità del servizio. Da oltre trent’anni nel settore dell’intralogistica, LCS, partendo dall’analisi di determinati KPI, progetta e realizza soluzioni per la gestione del magazzino che consentono di ottimizzarne le performance. 

I KPI della logistica misurano le prestazioni di un’ampia gamma di processi, tra cui operazioni di stoccaggio, attività di picking, gestione delle scorte, spedizioni, consegne, trasporto. Nei prossimi paragrafi approfondiamo i principali indicatori presi in esame dai dati delle soluzioni LCS, relativi a:

  • Gestione delle scorte
  • Indice di rotazione
  • Indice di rottura di stock
  • Lead time di magazzino.
  • Funzionamento del magazzino:
  • Tasso di occupazione del magazzino
  • Movimentazione in entrata o uscita
  • Affidabilità delle consegne
  • Puntualità della consegna

L’indice di rotazione

L’indice di rotazione del magazzino indica il numero di approvvigionamenti di una determinata merce in un determinato periodo di tempo (di solito un anno, ma può essere anche un trimestre o un quadrimestre). Quindi calcola quante volte in un anno i prodotti stoccati completano l’intero ciclo di attività (vendita, uscita dal magazzino e incasso).

La presenza di merci ad alta rotazione rappresenta un vantaggio per l’azienda, poiché una maggiore movimentazione dei prodotti diminuisce i costi di stoccaggio.

La formula per calcolare l’indice di rotazione è la seguente: 

Indice di rotazione del magazzino = costo dei prodotti venduti / giacenza media delle scorte.

Indice di Rottura di Stock

L’indice di rottura di stock mostra la quantità di ordini non evasi poiché mancano scorte sufficienti per soddisfare la domanda. Con rottura di stock si intende infatti l’esaurimento di una determinata merce in magazzino.

Questo KPI è importante perché valuta la capacità dell’azienda di rispondere alla domanda e di identificare i problemi di gestione delle giacenze in magazzino. Un indice di rottura basso significa che l’azienda riesce a garantire le consegne ai clienti in modo efficiente.

Questa è la formula per calcolarlo:

Indice di rottura di stock = valore magazzino in surplus / valore magazzino 

mafazzino automatico LCS

Lead Time di Magazzino

Il KPI “Lead Time” calcola il tempo tra l’inizio e la fine di un processo produttivo. In un’azienda il lead time può assumere diverse dimensioni temporali a seconda delle aree, ad esempio:

  • Lead time di approvvigionamento: il tempo necessario per ricevere dai fornitori il materiale da utilizzare nei processi produttivi o le merci da rivendere.
  • Lead time di produzione: il tempo impiegato dal produttore per completare l’ordine dopo la generazione di un ordine di produzione.
  • Lead Time di magazzino: il tempo impiegato dalla logistica per la ricezione, messa a magazzino, movimentazione, picking e spedizione delle merci.

Nella gestione di un magazzino monitorare il lead time è importante per evitare l’esaurimento delle scorte e il mancato soddisfacimento degli ordini, che possono portare a rallentare la consegna della merce al cliente finale.

La formula per calcolare questo indice è la seguente:

Lead Time di Magazzino: Lead time effettivo / lead time previsto

Tasso di Occupazione del Magazzino

Questo KPI di gestione del magazzino calcola la quantità di superficie occupata durante le operazioni di ricezione e spedizione della merce.

ll valore dell’indice non deve essere troppo alto, altrimenti significa che una parte delle merci in magazzino non è ubicata sugli scaffali ma occupa le corsie e di conseguenza rallenta i flussi di stoccaggio e prelievo. 

La formula per questo indicatore di performance è:

Tasso di occupazione del magazzino = spazio occupato / spazio totale 

Questo KPI è strettamente collegato al seguente: l’indice di movimentazione in entrata o uscita.

Movimentazione in Entrata o Uscita

I movimenti di magazzino sono l’insieme delle operazioni legate agli spostamenti dei beni da stoccare. Possono essere di due tipologie:

  • Movimenti di entrata (attività di carico del magazzino), che includono beni acquistati o resi dei clienti;
  • Movimenti di uscita (attività di scarico del magazzino), che riguardano ad esempio la vendita dei beni, i resi ai fornitori e le sostituzioni in garanzia.

Tenerli monitorati consente di valutare il funzionamento del magazzino. Si applica la seguente formula:

Indice di Movimentazione in Entrata (o in Uscita) = Numero righe entrate (o uscite) / movimenti totali giorno

Affidabilità delle Consegne

Raggiungere la massima efficienza nella gestione di ogni ordine ricevuto è fondamentale per migliorare l’immagine aziendale e incrementare le vendite. L’affidabilità delle consegne è quindi uno dei KPI più importanti per la logistica di un magazzino.

Consente di misurare la quantità di ordini processati, spediti e consegnati senza problematiche, ad esempio errori nell’ordine o merce danneggiata. Un ottimo indice di affidabilità delle consegne mostra una supply chain aziendale efficiente e si traduce in clienti soddisfatti e inclini a fidelizzarsi.

Questa è la formula per calcolare questo indicatore:

Affidabilità delle Consegne = Numero spedizioni errate / numero spedizioni totali

Puntualità della consegna

Questo indice permette di calcolare la quantità degli ordini inviati completi ed effettuati entro i tempi di consegna accordati con il cliente.

In logistica i tempi di consegna si misurano da quando l’ordine viene preparato per la spedizione a quando viene consegnato al cliente. Un’azienda ha ottime performance quando tutti gli ordini (o comunque un numero elevato di essi) vengono consegnati corretti e puntuali. L’obiettivo è quindi ridurre il tempo medio tra la preparazione e la consegna senza peggiorare la qualità del servizio.

La formula per calcolare questo KPI è:

Indice di puntualità delle consegne = Ordini consegnati puntuali / ordini consegnati totali

 

LCS Group e Soluzioni di Gestione Personalizzate 

Attraverso l’analisi dei KPI, quindi, si misura e si valuta nel suo insieme l’attività di gestione del magazzino. Per farlo servono soluzioni funzionali: LCS Group propone ai clienti software per l’industria su misura e affidabili, con interfaccia semplici e intuitive, per controllare e ottimizzare l’automazione dei processi. 

Ciò consente di migliorare le prestazioni aziendali e di offrire ai clienti un servizio veloce, efficiente e di altissimo livello. Per maggiori informazioni, contatta LCS seguendo il link. Insieme progetteremo la soluzione migliore per la tua logistica.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google

Lascia un commento

due × quattro =