La sicurezza del magazzino: 7 cose da non dimenticare

OPERARE SENZA RISCHI IN MAGAZZINO GARANTENDO LA SICUREZZA DELLE OPERAZIONI

Avere una lista aggiornata di tutti gli aspetti da considerare e monitorare nel magazzino è fondamentale al fine di mantenere sempre sicure le operazioni di movimentazione e stoccaggio delle merci.

I fattori da considerare sono molteplici e concorrono tutti al corretto svolgimento delle attività quotidiane di magazzino, determinanti per il buon funzionamento della logistica aziendale. Le operazioni di magazzino, se non adeguatamente gestite, possono portare a errori e ritardi nell’esecuzione del servizio, ma anche a infortuni sul lavoro ed incidenti che potrebbero invece essere previsti ed evitati.

In questo articolo sono raccolti 7 importanti spunti per operare senza rischi garantendo la sicurezza in tutte le operazioni di magazzino che coinvolgono la movimentazione e lo stoccaggio.

1. PREDISPORRE UN’INFORMATIVA INTERNA SULLA SICUREZZA CHIARA

In primo luogo, è fondamentale che tutte le regole di sicurezza siano scritte in modo chiaro per chi le dovrà rispettare ogni giorno in magazzino. Successivamente, è opportuno che queste vengano pubblicate e rese disponibili in prossimità di tutte le attrezzature (carrelli elevatori, trasloelevatori, carriponte, veicoli LGV / AGV, ecc.).

Così facendo, gli operatori che accedono ai macchinari hanno un immediato promemoria visivo delle norme di sicurezza da seguire per evitare infortuni ed incidenti. Questa è una buona pratica che minimizza i rischi sia per i più esperti, che per i nuovi operatori.

LCS è molto attenta a tutti gli aspetti legati alla segnaletica di sicurezza e, per ogni impianto, studia accuratamente la predisposizione delle barriere e dei cartelli necessari.

2. STABILIRE SEMPRE GLI STANDARD MINIMI DI SICUREZZA

La sicurezza parte dall’avere ben chiare e dal rispettare anche le più semplici operazioni di routine da effettuare prima di accedere all’area di lavoro.

La definizione puntuale di standard minimi per tali operazioni rafforza la cultura della sicurezza e assicura un ambiente di lavoro ottimale per tutti gli operatori.

Entrare nelle aree di magazzino indossando sempre un abbigliamento adeguato e DPI (tuta, guanti, scarpe antinfortunistiche, casco ecc.), rispettando le procedure indicate nel caso di ambienti particolari, getta basi solide per una cultura della sicurezza ad ampio spettro.

3. CREARE UNA CHECK-LIST ED EFFETTUARE CONTROLLI PERIODICI

Un modo efficace per mantenere sempre in sicurezza le operazioni di magazzino e gli operatori è creare una check-list che guidi nello svolgimento di un rapido ma quotidiano controllo dell’area.

Grazie alla lista di controllo è possibile effettuare rapide verifiche di sicurezza nel magazzino al fine di garantire che l’ambiente sia privo di rischi, che i passaggi siano liberi da cavi o ingombri, che sulla pavimentazione non siano presenti liquidi o qualsiasi altro potenziale rischio per la sicurezza.

4. FORNIRE FORMAZIONE SPECIFICA IN AMBITO DI SICUREZZA

È opportuno programmare sessioni di formazione periodiche per far sì che gli operatori siano sempre aggiornati sulle norme e pratiche di sicurezza.

Tali incontri formativi, se prevedono momenti interattivi, rappresentano un’importante opportunità per conoscere i suggerimenti per migliorare la sicurezza direttamente da coloro che tutti i giorni operano in magazzino.

5. INCORAGGIARE E RICOMPENSARE I COMPORTAMENTI VIRTUOSI

Incoraggiare i dipendenti ad operare in piena sicurezza, a segnalare mancati comportamenti sicuri e a farsi portavoce degli standard che devono essere seguiti, aiuta l’azienda a garantire un ambiente di lavoro ottimale e ad essere sempre conforme in caso di ispezioni.

Riconoscere e premiare comportamenti virtuosi incoraggerà i dipendenti a seguire le norme e a stabilire abitudini sicure. La sicurezza diventa così un valore per tutti.

6. STABILIRE UN COMITATO PER LA SICUREZZA

Istituire un comitato (oppure un referente) per la sicurezza all’interno dell’azienda consentirà agli operatori di magazzino di comunicare direttamente con l’interlocutore corretto in caso di criticità, dubbi o potenziali rischi per la sicurezza sul posto di lavoro.

Tale comitato può svolgere attività di controllo, sorveglianza e predisporre corsi di aggiornamento in ambito di sicurezza.

7. GARANTIRE LA CORRETTA SEGNALETICA DI EMERGENZA

È importante che tutti gli operatori sappiano come raggiungere le uscite di emergenza, così come dove trovare il kit di pronto soccorso più vicino oppure l’estintore.

La segnaletica deve essere sempre ben visibile e intuitiva, anche per quanto riguarda l’individuazione delle misure da utilizzare tempestivamente a fronte di un incidente.

IN CONCLUSIONE

Diffondere la cultura della sicurezza e far sì che le norme vengano sempre rispettate è possibile adottando semplici accorgimenti.

Sempre più spesso tali accorgimenti vengono supportati da investimenti in sistemi innovativi di controllo e gestione del magazzino. Questi ultimi aiutano nella gestione della sicurezza in quanto l’automazione di alcune attività, come la movimentazione di materiali pesanti e ingombranti, previene errori ed incidenti dovuti alla movimentazione manuale.

Un altro esempio di come i sistemi di automazione di magazzino possono aiutare le aziende ad avere processi intralogistici più sicuri, è la gestione delle movimentazioni attraverso software dedicati. I programmi gestionali per il magazzino (WMS) ottimizzano i flussi delle merci e assicurano un controllo costante in real time.

Il Gruppo LCS offre soluzioni su misura per rendere gli impianti più efficienti e sicuri: dal magazzino automatico all’automazione di singoli processi (fine linea, smistamento colli…) ai moduli software per monitorare e gestire tutte le operazioni di magazzino (movimentazione, picking, stoccaggio…).

Contattaci per ricevere consulenza personalizzata, insieme studieremo la migliore soluzione per ottimizzare la gestione del magazzino: https://www.lcsgroup.it/contatti/.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google

Lascia un commento

cinque × tre =